lunedì 3 gennaio 2011

Comprare o affittare una casa a Milano Buon testo per chi vuole capire un po' il mercato di case e appartamenti in Italia

Monolocale a Milano 

Il monolocale rappresenta il tipo di appartamento ideale per i single, e per chi cerca una soluzione pratica ed economica.
Spesso, chi per motivi professionali necessità di abitare in centro, ha a disposizione un’ampia scelta di monolocali moderni e ristrutturati, che con un’organizzazione razionale degli spazi, non fanno mancare i confort tipici delle tipologie di appartamento più grandi.

Oggi chi possiede un monolocale a Milano ha la possibilità di affittarlo a studenti e professionisti, nonché di ricavarne una redditizia ed esclusiva attività di bed & breakfast o affitto camere.
Si tratta probabilmente del tipo di appartamento più facile da affittare, in quanto risulta per sua natura altamente competitivo a livello economico.

Bilocale

Il bilocale è la tipologia di appartamento più ricercata da giovani coppie, coppie senza figli e single desiderosi di un certo livello di confort.
Forse per questo motivo, paragonandolo con gli altri tipi di appartamento, a Milano il bilocale è oggetto di una domanda superiore, e di conseguenza può presentare costi di affitto elevati, il che costituisce un bene per il proprietario, ed ovviamente uno svantaggio per l’affittuario. Esistendo comunque una vasta offerta di bilocali a Milano, chi cerca questo tipo di soluzione abitativa, avrà la possibilità di confrontare le diverse offerte e scegliere la più conveniente.
E’ possibile trovare bilocali in vendita e in affitto, sia in centro che in periferia a Milano. Si tratta di un investimento consigliato, in quanto il bilocale è un tipo di appartamento facile da affittare o vendere sul mercato milanese.

Trilocale a Milano

Il trilocale è il tipo di appartamento più adatto per la famiglia che cerca casa a Milano.
In un trilocale è possibile destinare una delle stanze ad uso cameretta per i bambini, oppure come studio, se l’appartamento è abitato da una coppia senza figli o da chi ha l’esigenza di un ambiente per la propria attività professionale.
Negli edifici più moderni, sarà comune trovare trilocali dotati di due bagni, mentre è normale che i trilocali in palazzi meno recenti, abbiano solamente un bagno. Anche questo è un aspetto da considerare soprattutto nel caso di una famiglia con bambini, o di un gruppo di studenti che cerca un trilocale da condividere in affitto

Quadrilocale a Milano

Il quadrilocale è la tipologia d’appartamento migliore per le famiglie numerose, quando queste non possono permettersi una soluzione abitativa come una villa o una villetta, per motivi di distanza dal centro città oppure per un discorso esclusivamente economico.
Un quadrilocale a Milano è un appartamento di indubbio valore, in cui il numero di vani consente un livello di personalizzazione elevato:
  • è possibile ricavare uno studio;
  • una stanza degli hobby;
  • oppure una doppia zona soggiorno;
  • per gli amanti dell’home theatre, una stanza apposita per godersi musica e cinema in casa.

Attico

L’attico è il tipo di appartamento, non solo a Milano, che più rappresenta l’idea di lusso ed esclusività.

In una città come Milano, un attico può spesso offrire una vista mozzafiato sul Duomo, oppure sulle basiliche per esempio, grazie al fatto che in diverse zone del capoluogo lombardo, i palazzi non raggiungono le altezze esasperate di altre metropoli europee.

Il prezzo dell’immobile sarà come sempre condizionato dalla zona, e dal tipo di contesto abitativo in cui si inserisce.
Nel centro di Milano, ma anche in alcune aree periferiche, sarà possibile acquistare o affittare attici in edifici di grande pregio, dotati delle migliori finiture e talvolta di piscine o zone fitness condominiali.

Perché cercare casa a Milano

Chiedersi perché cercare casa a Milano, significa domandarsi se una scelta di questo tipo possa avere un senso dal punto di vista della scelta abitativa, oppure come investimento economico tout court.
Parlandone in termini di scelta abitativa, si può dire bene e male di Milano. E’ una città che oggi, all’inizio del ventunesimo secolo, si propone al palcoscenico europeo con grande dinamismo economico e culturale.
Anche in questi ultimi anni di stagnazione economica, Milano è riuscita a mantenersi nei primi posti tra le città più capaci di attrarre investimenti dall’estero. Quale posto migliore per cercare un negozio, o un ufficio?
Milano è anche sede di numerose mostre ed esposizioni, sia nelle sedi del Palazzo Reale, o della Triennale, sia nei numerosi altri spazi che ospitano in tutta la città eventi artistici per tutti i gusti.
Per gli amanti dell’opera, non c’è bisogno di dilungarsi su quello che può offrire La Scala di Milano. Ma anche chi apprezza il teatro, a Milano potrà approfittare delle numerose proposte in questo campo, dal punto di vista dell’arte drammatica, ma anche per quanto riguarda la commedia ed il cabaret, ormai diventato famoso a livello nazionale.
Per quanto riguarda gli amanti della musica, a Milano troveranno l’imbarazzo della scelta. Lo stesso si può dire per chi ama vedere lo sport allo stadio, o nei palazzetti a seguire calcio, basket, pallavolo e hockey.
In questa epoca di globalizzazione e mescolanze etniche, forse chi davvero non può lamentarsi sono i milanesi che apprezzano le suggestioni delle cucine orientali ed esotiche che completano l’offerta gastrnomica tradizionale italiana. Oggi a Milano si può scegliere di mangiare in ristoranti che propongono le cucine di tutto il mondo, per i più curiosi e per chi è alla ricerca di nuovi sapori.
Per concludere, cercare casa a Milano vuol dire cercare un immobile in una città che ha tanto da offrire:
  • cercare casa a Milano rappresenta una scelta obbligata per chi ama l’arte, il teatro, il cinema, l’opera, ma anche lo sport ed i concerti rock;
  • cercare casa a Milano è una scelta vincente per chi vuole basare la propria attività nel dinamico capoluogo lombardo;
  • abitare in città porta a lungo termine un notevole risparmio di tempo e costi nei trasferimenti da casa al lavoro.
 I lati negativi della città, sono gli stessi della maggior parte dei grandi centri italiani ed europei. Per questi motivi cercare casa a Milano potrebbe comportare alcuni svantaggi, dal punto di vista del traffico, o del problema dell’inquinamento atmosferico.
Niente di più falso. Nel cercare casa a Milano non bisogna considerare esclusivamente l’area del centro, che a livello architettonico e di prestigio non ha eguali, ma si deve riconoscere il valore delle periferie milanesi, che in diversi casi possono proporre delle soluzioni interessantissime sotto diversi aspetti:
  • offrono spazi verdi e parchi per sfruttare i momenti di relax all’aria aperta;
  • cercare casa a Milano in periferia non significa essere lontani dal centro, grazie ai collegamenti capillari offerti dalla efficiente rete di trasporti pubblici;
  • la periferia offre interessanti opportunità abitative in quartieri di nuova costruzione.
 Prendendo in considerazione solamente l’aspetto economico di questa scelta, non si può che consigliare l’acquisto di una casa a Milano, semplicemente per il fatto che questa città rappresenta un mercato dinamico, in cui la facilità di affittare, vendere e comprare un immobile rappresenta un fattore importante per chi vuole cercare casa a Milano.
Sono in molti a pensare che l’investimento più sicuro oggi come oggi sia ancora il mattone. L’economia è una scienza in cui è difficile fare previsioni, o forse è il caso di parlare di pronostici. Ma se scegliete di cercare casa a Milano, la ricchezza dell’offerta che questa città può presentare è la garanzia che a Milano troverete quello che state cercando.

Casa in centro o in periferia?

Chi non conosce Milano, sicuramente non avrà familiarità con i nomi dei quartieri del centro, e della periferia di questa città.
Per poter decidere se cercare casa in centro, o in periferia a Milano, bisogna innanzitutto comprendere la natura radiante di Milano. Infatti Milano, a differenza di città ortogonali, come Torino per esempio, è una città a pianta circolare, come molte città che hanno attraversato il medioevo.
Cercare casa a Milano non è difficile, basta capire quali sono gli anelli che la circondano, le antiche vie fluviali della città, e quali le direttrici di fuga dal centro verso la periferia, raggi di una ruota dal moto perpetuo, che separano i cunei che riversano nella città tutto ciò che le orbita attorno.
E’ innegabile che il valore di un immobile nel centro di Milano, nella cosiddetta cerchia dei Navigli, sia superiore generalmente a quello di un immobile di pari dimensioni, in periferia.
Il centro di Milano non ha subìto il degrado urbano che hanno conosciuto altre metropoli italiane ed europee. Cuore pulsante e centro nevralgico del pensiero economico italiano, tra le vie della Moda, i quartieri dell’Arte e della Cultura, come la zona di Brera, sono numerose e diverse, nel senso di distinte, ma pur sempre appartenenti allo stesso tessuto tipicamente meneghino, le aree della città che possono conquistare ed incantare con il loro inconfondibile fascino.
Una casa nel centro di Milano regala la possibilità di avere tutto ciò che si desidera, vicino, a portata di mano, anzi meglio, a portata di pochi passi a piedi, oppure alla distanza di poche fermate di tram.
La periferia di Milano, è variegata, possiede molteplici identità, numerosi volti, da conoscere ed in cui potersi riconoscere.
Ci sono le zone “ricche”, come quella di San Siro per esempio, in cui è possibile trovare l’appartamento lussuoso, l’attico, o un moderno loft, ma anche un semplice monolocale, un bilocale, il trilocale dei vostri sogni. Accanto a questi palazzi ed immobili di prestigio, ci sono le ville, così rare a Milano, ma che ancora resistono all’urbanizzazione selvaggia e scriteriata.
Esistono, come in ogni grande città, anche i quartieri popolari, di antica tradizione alcuni, di moderna costruzione altri. A volte si tratta di piccole cittadine, e paesini, inglobati dalla crescita della metropoli verso l’esterno.
Esistono a Milano diverse zone non lontane dal centro, in cui il recupero di aree industriali in disuso passa attraverso la realizzazione di nuovi quartieri, concepiti a misura d’uomo e nel rispetto dell’ambiente naturale. L’esigenza di spazi verdi è forte a Milano, e chi non conosce Milano deve sapere che è possibile trovare casa nelle prossimità di grandi parchi e zone di notevole ricchezza naturale.
Nella maggior parte dei casi, le periferie sono ben collegate con il centro grazie alla metropolitana, ed ai mezzi di superficie.

Prendere in affitto o comprare a Milano?

E’ un dilemma comune a migliaia di italiani ogni anno, quello della scelta tra affitto e acquisto della casa. Meglio prendere in affitto o comprare a Milano? Di certo non esiste un’unica risposta a questa domanda.
Tra i vari parametri da prendere in considerazione, il primo e più semplice è quello che realmente crea l’interrogativo: tra la spesa per un affitto e quella di un mutuo per l’acquisto di una casa, sembra non esserci più una grande differenza.
Per operare una scelta consapevole, sarà quindi necessario prendere in esame altri fattori decisivi:

  1. Primo: chi siete?
    Senza voler entrare in discorsi filosofici, la questione si articola diversamente nel caso sia una coppia, una famiglia con bambini, oppure un singolo a cercare una casa in affitto o di proprietà a Milano.
  2. Secondo: cosa volete?
    Purtroppo un fiorino non sarà sufficiente a pagare l’affitto né la rata del muto per la vostra casa. Si tratta innanzitutto, al di là del discorso puramente pecuniario, di stabilire quale sia la vostra progettualità, a breve o lungo termine, riguardo la vostra permanenza a Milano.
  3. Terzo: di quali risorse disponete?
    Diverso è il caso di chi ha un impiego precario, oppure a tempo determinato, e cerca un alloggio per un periodo prestabilito, dalla situazione della famiglia con due redditi sicuri che cerca una casa dove stabilirsi, oppure ha la possibilità di operare un investimento in un immobile a Milano.

Semplificando il discorso, una famiglia con bambini avrà maggior interesse a cercare un “nido” per il proprio futuro, un trilocale o un quadrilocale forse in periferia, dove i costi degli affitti sono più abbordabili, e le possibilità di acquistare immobili nuovi, o a prezzi convenienti, sono maggiori.
La coppia o il singolo in cerca di un alloggio in affitto, potrà considerare i vantaggi di un appartamento al centro o in periferia, a seconda delle esigenze lavorative e di spostamento. La disponibilità di monolocali e bilocali è ampiamente presente sia in centro che in periferia.
In ogni caso, impegnarsi a sostenere un mutuo sarà più semplice e praticamente fattibile per chi potrà appoggiarsi alla sicurezza di uno stipendio regolare e di un contratto a tempo indeterminato, anche se oggi le banche danno la possibilità di accedere a finanziamenti e mutui anche ai cosiddetti lavoratori “atipici”.
Per molte persone Milano è un luogo di passaggio, per esigenze di studio, o di lavoro, si è consapevoli che la permanenza nel capoluogo lombardo sarà per un periodo limitato, magari solo di qualche anno.
In questo caso, acquistare un immobile può essere conveniente in ogni caso, come investimento, qualora esista la possibilità economica di investire comprando un appartamento.
Diversamente, sarà il caso di considerare un affitto, da soli o in compagnia di coinquilini per affrontare le spese della vita milanese.

Prezzi degli immobili a Milano

Grazie ai dati elaborati nella trentesima edizione della “Rilevazione dei prezzi degli immobili sulla piazza di Milano” sul secondo semestre 2006, realizzata da Borsa Immobiliare, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, in collaborazione con FIMAA Milano, la federazione degli agenti mediatori, oggi possiamo avere un quadro generale e completo per chi cerca casa a Milano.
Comprare casa a Milano costa mediamente 4.389 euro al metro quadro (+2,10%), mentre prendere casa in affitto costa in media 204 euro al metro quadro per anno. Potrebbe sembrare un aumento minimo, soprattutto se consideriamo che dal 1997 i prezzi sono cresciuti del 96,6%.
I prezzi al metro quadro normalmente oscillano tra 2500 e 9000 euro (la zona più cara resta il centro, un appartamento in San Babila parte da circa 8000 euro al metro quadro). Gli affitti nell’ultimo anno sono cresciuti di appena l’1,90%.
Per quanto riguarda Milano, le zone meno care in assoluto sono le seguenti:
  • Salomone - Bonfadini (2.500 euro al mq);
  • Forlanini – Mecenate (2.700 euro) ad Est;
  • Ronchetto - Lodovico il Moro (2850 euro al mq) a Sud;
  • Niguarda, Quarto-Oggiaro, Musocco - Villapizzone, Greco e Gratosoglio - Missaglia (2900 euro al mq);
 I maggiori aumenti si sono avuti nei quartieri dell’area nord-ovest, trainati dallo sviluppo del nuovo polo fieristico di Rho Pero:
  • +6,2% nella zona Selinunte – Rembrandt
  • +4,6% per il Gallaratese.

Questo studio rivela che in provincia i prezzi degli immobili hanno segnato un aumento superiore a quello del capoluogo lombardo:
  • Aumento medio nell’ultimo anno nell’hinterland: 7,9%
  • Aumento medio a Milano: 3%
 Chiaramente i prezzi degli immobili in provincia rimangono ad un livello inferiore e più accessibile, attestandosi ad un valore medi intorno ai 1700 euro al metro quadrato.

Lo studio di Borsa Immobiliare rileva che gli nel settore dei box auto risultano i più redditizi. In media un garage a Milano costa da 38.800 a 72.556 euro.

L’incremento dei prezzi ha interessato anche negozi ed uffici: il costo al metro quadrato per un’attività commerciale è di 3.078 euro (il 32,6% in più rispetto a 5 anni fa) e per un ufficio varia dai 2.680 euro in uno stabile normale ai 3.125 euro in un edificio direzionale, con un incremento del 24,3% rispetto al 2001.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Loading...